Prima di ogni shooting, soprattutto di brand ci sono delle fasi che non posso saltare come la creazione della Moodboard.

Partiamo da qui. Cos’è una Moodboard?

È una tavola analogica (fatta con ritagli di giornali o riviste) o digitale ( fatta con immagini prese dal web) dove vengo messe insieme idee, ispirazioni e immagini che definiscono il tema e lo stile (Mood) del progetto.

Serve a trovare un’idea che funzioni nel complesso e che ci ispiri; è possibile farla digitalmente su Illustrator, Photoshop, InDesign o semplicemente anche su Canva. Mettendo insieme tutte le informazioni piano piano andiamo a scremare quelle che sono utili da quelle che viste con le altre non funzionano.

Quando incontro un brand faccio una chiacchierata conoscitiva, dove capisco il carattere, le parole chiave, i punti di forza e lo stile.
Successivamente studio il sito e i social dell’azienda o del artigiano così da trovare uno stile che rispecchi la mia fotografia, ma con i loro toni e elementi per non creare immagini che non funzionino nel feed.

La moodboard per nuovi progetti sia personali che professionali è fondamentale per arrivare in fase di scatto con le idee chiare e rendere il lavoro il più fluido possibile.